LA DISTRIBUZIONE

STRATEGIE DI VENDITA

Fenomeno che ha puntato sul made in Italy, NeroGiardini vede come suo primo mercato di sbocco proprio l’Italia dove ricopre una posizione di leader nella fascia media con una presenza capillare sul territorio. Anche sul fronte della strategia distributiva l’azienda è stata pioniera di un sistema moderno basato sulla presenza su tutto il territorio di showroom NeroGiardini a supporto della rete di vendita e come luogo di incontro con la clientela.

La distribuzione del marchio si basa su una formula mista composta da negozi propri, negozi in franchising e multimarca.

PUNTI VENDITA MONOMARCA

Il punto vendita presenta arredi dal design moderno ed essenziale, caratterizzato da un elegante contrasto di colori bianco e nero, nello stile del mood NeroGiardini.

IL PUNTO VENDITA NEROGIARDINI È CARATTERIZZATO DA UN AMBIENTE ATTUALE, MINIMALE, LUMINOSO IN CUI IL CLIENTE PUÒ VIVERE LA PROPRIA ESPERIENZA DI SHOPPING MADE IN ITALY.

Dal 2003 ad oggi l’azienda ha aperto 24 punti vendita monomarca NeroGiardini di proprietà: a Milano in corso Venezia nel quadrilatero della moda, a Firenze in zona Ponte Vecchio e via del Corso, a Roma in Via Frattina, via del Corso 18 e C.C. “Porta di Roma”, a Marghera C.C. “Nave de Vero”, a Marcianise C.C. “Campania”, a Marcon (Ve) nel C. C. “Valecenter” in via Mattei, a Torino in Via Pietro Micca, a Trieste nel C. C. “Torri d’Europa”, a Trieste Centro in via B. D’Alviano, a Treviso in via S. Agostino, a Pescara in via Trento, a S. Benedetto del Tronto in via Montebello, a Senigallia (AN) C.C. “Il Maestrale”, a Chieti C.C “Megalò”, a Martignaccio (Ud) nel C. C. “Città Fiera” in via A. Bardelli e a Modena nel C. C. “Grandemilia in via Emilia Ovest, a Orio al Serio (BG) C.C. “Oriocenter” U.169, Antegnate (BG) C.C. “Antegnate” U.149, a Casalecchio Di Reno (BO) C.C. “Gran Reno” U.31, a Torino Le Gru Grugliasco (TO) C.C. “Le Gru”, a Rimini in via Garibaldi 14, a Francoforte Centro Commerciale Skyline Plaza Frankfurt Europa Allee, 6. Nel Marzo 2010 a Milano in Corso Venezia debutta il primo flagship store NeroGiardini Junior.

SHOWROOM NEROGIARDINI

MILANO, ROMA, BARI, BOLOGNA, FIRENZE, TORINO, GENOVA, PADOVA, PALERMO, TREVISO, CATANIA, PRATO, S. BENEDETTO DEL TRONTO, ORISTANO, VIBO VALENTIA E POTENZA.

NEROGIARDINI FRANCHISING, MULTIMARCA, SHOP IN SHOP…

Nel 2007 è stato avviato il progetto franchising con l’apertura ad oggi di oltre di 30 punti vendita NeroGiardini: Roma, Ragusa, Messina, Catania, Modica, Rieti, Spadafora, Ferrara, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Vibo Valentia, Caltanissetta, Trapani, Palermo, Caltagirone, Catanzaro, Sassari, Marsala, Civitavecchia, Agrigento, Lentini, Praga, Zurigo e Nanjing (Cina). La previsione è di raggiungere quota 500 negozi in franchising monomarca NeroGiardini entro il 2015.

Per quanto riguarda i negozi multimarca, in Italia sono ben 2.500 i punti vendita che costituiscono la base di distribuzione dei prodotti Nerogiardini sul territorio. Di questi, negli ultimi anni oltre 500 hanno creato all’interno dei propri spazi corner monomarca dedicati all’esposizione di scarpe e accessori NeroGiardini. A questi se ne aggiungeranno presto altri 100 in un’ottica di espansione del marchio e della sua immagine.

Un ulteriore canale distributivo sono gli shop in shop veri e propri negozi NeroGiardini, con arredo fornito dall’azienda, all’interno di multimarca di grandi dimensioni; dai 120 mq in su. A coronare la politica distributiva NeroGiardini è stato l’acquisto dello stabile di Corso Venezia 9 a Milano, la centralissima via dedicata allo shopping dove il marchio è già presente con due negozi monomarca dedicati alle collezioni adulto e Junior e due showroom. Un investimento pari a 40 milioni di euro per una superficie totale di 2.400 mq destinata ad ospitare un ampliamento dell’attuale flagship store con tutte le collezioni adulto, Junior e abbigliamento, oltre ad uffici e showroom per lo sviluppo internazionale del brand.

Sul fronte estero, che oggi rappresenta il 20% del fatturato, NeroGiardini è presente in vari paesi tra i quali il Belgio, la Spagna, la Francia, la Germania, l’Olanda, la Svizzera, il Portogallo, l’Austria e la Russia. Le previsioni sono di incrementare progressivamente l’export nei prossimi anni partendo dall’Europa, portandolo ad un 40-45% del fatturato entro il 2015.